Cambia il corso di laurea in giurisprudenza

Un decreto del Ministero dell’Istruzione, sulla scia di una bozza preparata e condivisa dalla Comunità scientifica, effettuerà un’importante rivoluzione al corso di laurea in Giurisprudenza che dal 2005 è impostato su un modello magistrale a ciclo unico.

Da questo momento gli studenti di giurisprudenza potranno scegliere tra un tradizionale modello 3 + 2 in cui i crediti universitari diminuiranno, sarà lasciato uno spazio più aperto ai crediti formativi liberi in modo che lo studente possa crearsi un percorso di studi ah hoc, e il biennio sarà improntato ad uno studio sempre più specialistico.

D’altra parte lo studente potrà scegliere un percorso di studi 4 + 1 finalizzato all’accesso alle libere professioni con un numero programmato previsto per l’ultimo anno, in cui lo studente potrà durante il corso degli ultimi studi svolgere anticipatamente un periodo di sei mesi di praticantato (notarile o forense).

>>>Studio Legale Aulino <<<

download

Annunci